Squali nel Mediterraneo


Numeri e caratteristiche

Gli squali, insieme alle razze, appartengono alla classe dei Condroitti, che comprende pesci con un scheletro fatto solo di cartilagine, e alla sottoclasse degli Elasmobranchi.
Gli squali vivono sul nostro pianeta da circa 400milioni di anni e in tutto questo tempo sono cambiati molto poco.
Per quanto riguarda le loro caratteristiche più importanti, va ricordato che gli squali non hanno la vescica natatoria e si mantengono a galla grazie alla leggerezza del loro scheletro e ad un fegato molto voluminoso, che contiene sostanze leggere, lipidi e squalene. Sono dei forti nuotatori, ma non sono in grado di fare “marcia indietro”; hanno la pelle ricoperta di papille (cripte sensoriali) che consentono loro di “assaggiare l’acqua” mentre avvicinano la preda e, inoltre, minuscoli denti (denticoli), simili a quelli che hanno in bocca ma in miniatura, ricoprono il loro corpo e favoriscono il nuoto. Gli squali sono poi sensibili ai campi magnetici ed elettrici, grazie alla presenza di alcuni recettori collegati ai pori del muso. Riguardo alla riproduzione, circa il 30% degli squali è oviparo, il 50% è viviparo aplacentato (le uova si schiudono dentro il corpo), il restante è viviparo placentato. Infine, ma questo lo sanno tutti, gli squali hanno i sensi molto sviluppati e una potentissima dentatura.

Nel Mediterraneo sono presenti 79 specie di elasmobranchi (45 di squali e 34 di razze), che vivono sia in zone costiere di bassa profondità che in aree più pelagiche a batimetria più profonda. Lungo le coste italiane in particolare, si registra la presenza di 73 di queste specie (43 di squali e 30 di razze). Seppure non siano mai stati oggetto di una pesca diretta, nel corso dell’ultimo secolo si è tuttavia registrata un’allarmante diminuzione della loro presenza in diverse aree.

Progetto di


associazione cts

Con il contibuto di

LIFE + per la salvaguardiadell’ambiente

Co-finanziato da

minambiente parcoasinara Provincia di Reggio Calabria

Sostenitori

> Area Marina Protetta di Porto Cesareo